Da "Il sole 24 ore"
Ida Fagnani

Ida Fagnani

Accoglienza e Segreteria Generale sede Val Di Sangro
Segreteria Sindacale
Segreteria Amministrativa

Contatti
Telefono: 085 4325571 - 345 7921948
Email: i.fagnani@confindustriaabruzzoma.it 

L’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati rilevato dall’ISTAT nel mese di gennaio 2024 è risultato pari a 119,3 (base 2015 = 100), in aumento del +0,3% rispetto al mese precedente e con una variazione del +0,8% rispetto a gennaio 2023.

A gennaio 2024 la percentuale da applicare per la rivalutazione del trattamento di fine rapporto maturato al 31 dicembre 2023 è pari a 0,377313% e, pertanto, il coefficiente di rivalutazione per la determinazione del montante è pari a 1,00377313.

Mercoledì, 14 Febbraio 2024 17:39

Indagine Confindustria sul lavoro

Prosegue l’indagine Confindustria sul lavoro. Il questionario raccoglie informazioni sulla struttura e dinamica dell’occupazione, sugli orari e assenze dal lavoro, sulla contrattazione aziendale, sulla diffusione del lavoro agile e l’eventuale delinearsi di difficoltà di reperimento di personale con determinate qualifiche.

Al fine di una maggiore rappresentatività dei dati e una migliore qualità dell'analisi è necessario avere a disposizione un adeguato numero di questionari. Pertanto, invitiamo tutte le Aziende associate a compilare e rinviare il questionario in allegato al seguente indirizzo email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro giovedì 28 marzo 2024.

Le aziende che applicano il CCNL Metalmeccanico sono esonerate dalla compilazione del presente questionario, ma sono invitate ad aderire all'indagine promossa da Federmeccanica. Sarà cura della Federazione di categoria girare i questionari compilati a Confindustria.

Tutte le informazioni raccolte saranno utilizzate esclusivamente in forma aggregata per salvaguardare la privacy.

Per maggiori informazioni: Ida Fagnani Tel. 085 4325571 - 345 7921948 email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Prosegue l’indagine di Federmeccanica volta a reperire dati utili a delineare lo stato dell'industria metalmeccanica italiana. Il questionario raccoglie informazioni relative alla struttura e dinamica dell’occupazione, alle assenze dal lavoro, allo smart working, all’eventuale difficoltà di reperimento di personale con determinate qualifiche, alla contrattazione aziendale, alle retribuzioni di fatto e alle relazioni industriali.

Al fine di una maggiore rappresentatività dei dati e una migliore qualità dell'analisi è necessario avere a disposizione un adeguato numero di questionari. Pertanto, invitiamo le Aziende metalmeccaniche associate a compilare e rinviare il questionario in allegato al seguente indirizzo email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro giovedì 28 marzo 2024.

L'indagine di Federmeccanica anche quest'anno è armonizzata con l'analoga rilevazione promossa da Confindustria. Alle imprese metalmeccaniche viene chiesto di fornire informazioni aggiuntive di rilevanza per il settore. Per cui, le Aziende che risponderanno al questionario in allegato sono esonerate dalla compilazione del questionario di Confindustria. Sarà cura quindi di Federmeccanica far pervenire alla Confindustria i questionari compilati al fine dello svolgimento dell'analisi annuale sul Lavoro.

Tutte le informazioni raccolte saranno utilizzate esclusivamente in forma aggregata per salvaguardare la privacy.

Resta inteso che le Aziende tenute alla compilazione di detto questionario sono quelle che applicano il CCNL Metalmeccanici Industria sottoscritto da Federmeccanica. Le Aziende che non applicano detto contratto sono invece tenute alla compilazione del questionario dell'indagine sul lavoro promossa da Confindustria nazionale.

Per maggiori informazioni: Ida Fagnani Tel. 085 4325571 - 345 7921948 email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pubblichiamo in allegato il modulo informativo di attivazione delle App presentate lo scorso 24 gennaio. Clicca qui per rivedere il webinar.

Ricordiamo che le 4 App: Audio Safety, Safety Check, Safety Control e Safety Codex, nate dalla collaborazione tra Confindustria, SFC e Sicurezza 4.0 nell’ambito del Progetto Salute e Sicurezza sul Lavoro 4.0, sono a disposizione delle Aziende associate per una prova GRATUITA di un mese e successivamente acquistabili ad un prezzo esclusivo per i Soci Confindustria.

Per maggiori informazioni: Ida Fagnani Tel. 085 4325571 - 3457921948 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Presentate ieri le 4 App nate dalla collaborazione tra Confindustria, SFC e Sicurezza 4.0, nell’ambito del Progetto Salute e Sicurezza sul Lavoro 4.0.

Le 4 App, Audio Safety, Safety Check, Safety Control e Safety Codex, sono a disposizione delle Aziende associate per un periodo di prova di un mese e successivamente acquistabili ad un prezzo di miglior favore.

La registrazione del webinar svoltosi ieri pomeriggio è disponibile al seguente link: https://youtu.be/5ylDwOGK4ys

Per maggiori informazioni: Ida Fagnani Tel. 085 4325571 - 3457921948 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

L’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati rilevato dall’ISTAT nel mese di dicembre 2023 è risultato pari a 118,9 (base 2015 = 100), in aumento del +0,2% rispetto al mese precedente e con una variazione del +0,6% rispetto a dicembre 2022.

A dicembre 2023 la percentuale da applicare per la rivalutazione del trattamento di fine rapporto maturato al 31 dicembre 2022 è pari a 1,944162% e, pertanto, il coefficiente di rivalutazione per la determinazione del montante è pari a 1,01944162.

Ai sensi dell'art. 36, comma 3, del D.Lgs 81/2015, le aziende che, nel corso del 2023, hanno sottoscritto contratti di somministrazione hanno l'obbligo di effettuare, anche per il tramite della associazione dei datori di lavoro alla quale aderiscono o conferiscono mandato, una comunicazione annuale alle rappresentanze sindacali aziendali (R.S.A.) ovvero alla rappresentanza sindacale unitaria (R.S.U.) o, in mancanza, agli organismi territoriali di categoria delle associazioni sindacali comparativamente più rappresentative sul piano nazionale.

Le informazioni obbligatorie richieste sono le seguenti:
• il numero dei contratti di somministrazione di lavoro conclusi;
• la durata dei contratti;
• il numero e la qualifica dei lavoratori interessati.

La comunicazione non dovrà prevedere il nome dei lavoratori somministrati ma solo il dato numerico e può essere effettuata tramite raccomandata a mano, raccomandata con avviso di ricevimento o posta elettronica certificata (PEC).

Il termine per l'adempimento dell'obbligo di comunicazione periodica annuale è fissato dal Ministero del Lavoro al 31 gennaio di ciascun anno successivo a quello di riferimento. Pertanto, il termine per la comunicazione periodica relativo all'anno 2023 è fissato al 31 gennaio 2024.

Ordinariamente, sono le Agenzie di Somministrazione che si attivano per fornire i dati all'azienda che, conseguentemente, provvede alla comunicazione.

Siamo inoltre a ricordarvi che, ai sensi l'art. 40, comma 2, del D.Lgs 81/2015, il mancato o non corretto adempimento dell'obbligo comunicativo è punito con una sanzione amministrativa pecuniaria da € 250 a € 1.250.

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con una news pubblicata sul proprio portale il 19 dicembre 2023, ha reso noto che la Commissione Europea ha autorizzato l’estensione della misura “Decontribuzione Sud” (introdotta dalla legge n. 178 del 2020, Legge di Bilancio 2021), per ulteriori 6 mesi, fino al 30 giugno 2024.

Il bonus “Decontribuzione Sud” prevede un esonero contributivo massimo del 30% in favore dei datori di lavoro privati, con sede in una delle Regioni del Mezzogiorno con riferimento ai rapporti di lavoro dipendente.

L’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati rilevato dall’ISTAT nel mese di novembre 2023 è risultato pari a 118,7 (base 2015 = 100), in diminuzione del -0,4% rispetto al mese precedente e con una variazione del +0,7% rispetto a novembre 2022.

A novembre 2023 la percentuale da applicare per la rivalutazione del trattamento di fine rapporto maturato al 31 dicembre 2022 è pari a 1,692259% e, pertanto, il coefficiente di rivalutazione per la determinazione del montante è pari a 1,01692259.

L’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati rilevato dall’ISTAT nel mese di ottobre 2023 è risultato pari a 119,2 (base 2015 = 100), in diminuzione del -0,1% rispetto al mese precedente e con una variazione del +1,7% rispetto a ottobre 2022.

Ad ottobre 2023 la percentuale da applicare per la rivalutazione del trattamento di fine rapporto maturato al 31 dicembre 2022 è pari a 1,884518% e, pertanto, il coefficiente di rivalutazione per la determinazione del montante è pari a 1,01884518.

Pagina 1 di 12

Seguici attraverso i nostri canali social

   Icon TwitterBlu    Icon InstagramBlu    Icon TwitterBlu   Icon YouTubeBlu   Icon LinkedinBlu   Icon RSSBlu

logotipo

CONFINDUSTRIA ABRUZZO MEDIO ADRIATICO DELLE PROVINCE DI CHIETI PESCARA E TERAMO

SEDE LEGALE E PRINCIPALE
65128 Pescara (PE)
Via Raiale, 110/bis
Tel: 085 432551
email: info@confindustriaabruzzoma.it
PEC: confindustriaabruzzoma@pec.it

SEDE OPERATIVA
64100 Frazione Sant'Atto - Teramo
Zona Industriale Servizi, Via Isidoro e Lepido Facii, snc
Tel: 0861 232417

Codice Fiscale: 80000150690


 

Disclaimer
Privacy
Uso dei cookies

Website Security Test

 

Entra nel tuo account